Test Sierologico Rapido Covid19 IgG/IgM PROFESSIONAL | BioRapidTest

In offerta!

Test Sierologico Rapido Covid19 IgG/IgM PROFESSIONAL

Pungidito rapido

Il test rapido IgG / IgM 2019-nCoV è un test immunocromatografico rapido, a flusso laterale, per la rilevazione qualitativa degli anticorpi IgG e IgM del virus 2019-nCov in campioni umani di sangue intero da pungidito.
Disponibilità immediata in 24/48 ore.
Ogni test è certificato CE e notificato al Ministero della Salute

 

Checkout Sicuro con:

 

Svuota

Se hai un CODICE PROMOZIONALE,
questo ti verrá chiesto al momento del pagamento.

I nuovi coronavirus appartengono al ceppo β. Il COVID-19 è una malattia infettiva respiratoria acuta. La popolazione ne è generalmente suscettibile. Da quanto osservato fino ad ora la fonte principale delle nuove infezioni sono i pazienti infetti da coronavirus; anche le persone infette senza sintomi possono essere una fonte dell’infezione.

In base alle attuali indagini epidemiologiche il periodo di incubazione è di 1 -14 giorni, per lo più compreso tra 3 e 7 giorni. I sintomi principali includono febbre, stanchezza e tosse secca. In alcuni casi si riscontrano congestione nasale, naso che cola, mal di gola, mialgia e diarrea.

I coronavirus sono una famiglia di virus rivestiti il cui genoma virale è costituito da RNA a filamento singolo; ampiamente diffusi tra esseri umani, altri mammiferi ed uccelli, causano malattie respiratorie, enteriche, epatiche e neurologiche.

Caratteristiche di prestazione

Sensibilità relativa 96.9%
Specificità relativa 96.3%
Accuratezza 96.4%

Consulta la Scheda Tecnica

Cosa trovo nella confezione ?

  • Tavoletta test
  • Buffer (reagente)
  • Pungidito
  • Pipetta
  • Salvietta disinfettante
  • Foglietto illustrativo

Guida: Come eseguire autonomamente un test sierologico rapido

 

Come si formano gli anticorpi per il Covid-19

Per meglio capire come funzionano i test sierologici, dobbiamo ricordare l’evoluzione normale della produzione degli anticorpi specifici anti-Covid-19 nell’individuo che è stato infettato dal Coronavirus, almeno a quanto è noto ad oggi.

Chiamiamo ora “momento zero” il momento in cui il paziente contrae il virus (infezione):
nei primi 7/14 giorni, corrispondenti più o meno alla fase di incubazione (in cui ancora non sono comparsi sintomi), il paziente non ha ancora nel sangue anticorpi individuabili con i test sierologici.

Dopo tale termine (in genere corrispondente alla comparsa dei sintomi) compaiono gli anticorpi IgM, che sono solitamente indicatori di infezione recente e rimangono individuabili dal test sierologico per circa 2 settimane (quindi fino a circa 21/28 giorni dal momento zero)

Al termine di tale periodo solitamente compaiono anche gli anticorpi IgG, che possono rimanere elevati e individuabili anche per mesi o solo per pochi giorni, anche se non sappiamo ancora esattamente per quanto, visto che conosciamo il Covid da poco tempo.

Il tampone invece è in grado di individuare il virus già dai primi giorni dall’infezione, circa 5/7 e rimane solitamente positivo per circa 1 mese dal momento zero, talora anche ben oltre.

Il Test Sierologico è un Test che dovrebbe essere utilizzato come screening continuo per monitorare l’eventuale contagio con utilizzo periodico ogni circa 14 giorni.